Vai ai contenuti

Menu principale:

Giorno della memoria

Per ricordare l’orrore della Shoah e commemorare le vittime dell’Olocausto è stata istituita una ricorrenza internazionale. Nel 2005 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite, per celebrare il 60° anniversario della liberazione, ha stabilito che il 27 gennaio – giorno in cui le truppe sovietiche liberarono Aushwitz – sia il Giorno della memoria.
Come si può raccontare l’orrore dell’Olocausto agli studenti? Come è possibile parlare della Shoah e del Giorno della Memoria anche se sono lontani dal periodo storico che si sta studiando?
La Memoria non si insegna. Conviene partire dagli eventi della Storia e lasciare spazio alle parole degli ultimi testimoni sopravvissuti.
frase per non dimenticare e immagine di filo spinato
A. S. 2019/2020
Scuola dell'infanzia Carmenni Baldo Morin:


Scuola Primaria "A. D. Ballarin" classe quinta
Giorno della Memoria

Click sull'immagine per visualizzare
Scuola Primaria "A. D. Ballarin" incontro con il sig. Arduino Nali, prigioniero a Mauthausen e sopravvissuto

A.S. 2018/2019
Scuola Primaria "A.D.Ballarin"
La stella di Andra e Tati



Torna ai contenuti | Torna al menu